lunedì 10 ottobre 2022

Philliner 3


Tentativo n. 3 con lievito Philly Sour (qui le puntate precedenti: 1 - 2 ). Obiettivo: eliminare la puzzetta solforosa dalla birra, probabilmente dovuta a DMS. Se la bollitura non aiuta a evaporere il composto, allora eliminiamola del tutto: il DMS si forma a temperature sopra gli 80°C, quindi stando sotto tale soglia durante tutta la cotta, se ne evita la formazione. Detto fatto: raw Ale senza bollitura, con frumento e orzo maltati, del Columbus in mash (l'inefficientissimo e famigerato mash-hopping).
Dopo lo sparge, tutto in fermentatore e inoculo del lievito. Ovviamente una brodazza torbida, ma la maturazione lunga con aggiunta di lamponi dovrebbe aiutare a chiarificare.

Philliner Weiss (Berliner con Philly Sour)
3.0% / 7.5 °P - AIO klarstein 30L - 74% efficiency - Batch Volume: 20 L
Boil Time: 0 min

OG: 1.030 - FG: 1.007 - IBU: 5 - BU/GU: 0.15 - 10 EBC 

Malts (2.6 kg)
1.5 kg (57.7%) Munich  18.7 EBC
1.1 kg (42.3%) Wheat Malt  3 EBC
Hops (2 g)
2 g (3 IBU)  Columbus (Tomahawk) 15%  Mash hop

Yeast
philly sour — 20 °C — 10 days

Mash
protein rest  55 °C  15 min
conversione  64 °C  35 min
finale  72 °C  15 min
mash out  78 °C  1 min
Mash Water: 13.26 L
Sparge Water: 11.24 L @ 78 °C
Total Water: 24.5 L

Carbonation: 2.4 CO2-vol

Risultato: limpida, acidissima, a causa di eccessiva correzione con lattico (un piccolo aiutino al Philly che non acidifica tantissimo) e nessuna traccia di DMS o zolfo stavolta.

Nessun commento:

Irish Stout a bassa fermentazione

Irish Stout lager Prova di stout fermentata con lievito Novalager, a 12°C: 4.1%  66.7% efficiency -  Batch Volume: 17 L -  Boil Time: 60 min...